I rapper Murubutu e Claver Gold hanno trasformato tredici brani dell’Inferno di Dante Alighieri in brani rap, attualizzandoli e incidendoli nell’album Infernum uscito nel 2020. Il progetto artistico dei due rapper non è una semplice ripresa della Divina Commedia ma una trasposizione lirica e personale dell’opera dantesca; un percorso non solo letterario ma concreto e reale che racconta la personale e quotidiana discesa all’Inferno dei due artisti. I personaggi protagonisti dei canti dell’Inferno scelti e descritti riassumono in sé i problemi dell’uomo contemporaneo trasformandosi in archetipi moderni capaci di mantenere ancora oggi la loro forza evocativa nel contesto attuale. Con l’analisi e il commento di Patrick Cherif, docente universitario di Letteratura italiana, si ripercorre la storia di personaggi quali Paolo e Francesca, Per delle Vigne, Ulisse, Minosse, come Dante ce l’ha raccontata per riscoprire, attraverso la lirica di Murubutu e Claver Gold, l’essenza e i significati profondi che permette loro di essere ancora oggi vivi e attuali. Arricchito dalle illustrazioni di Roby il Pettirosso, Dante a tempo di Rap è un esempio di quanto sia forte e significativa, ancora oggi, l’opera di Dante.

Da oggi in libreria e negli store online: https://www.beccogiallo.it/prodotto/dante-a-tempo-di-rap/

MURUBUTU Alessio Mariani, in arte Murubutu, è un artista unico nel panorama musicale italiano. Classe ’75, attivo nella scena dagli anni ’90, dopo gli esordi con il gruppo La Kattiveria ha iniziato a progettare una carriera solista, che parte ufficialmente nel 2009 con l’album Il giovane Mariani e altri racconti. Il disco di Murubutu è narrativa in musica, e così saranno tutti i suoi lavori. Il rapper, che nella vita di tutti i giorni è docente di filosofia e storia, ha fatto confluire la sua formazione letteraria all’interno della sua produzione artistica: per ogni disco sceglie un tema conduttore dando vita a racconti che uniscono riferimenti storici e citazioni. Dall’esordio del 2009 Murubutu ha pubblicato: La bellissima Giulietta e il suo povero padre grafomane (2011), Gli ammutinati del Bouncin’ ovvero mirabolanti avventure di uomini e mari (2014), L’uomo che viaggiava nel vento e altri racconti di brezze e correnti (2016), Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli (2019, Glory Hole Records). Nel 2020, assieme a Claver Gold, ha pubblicato Infernum (Glory Hole Records).

 

CLAVER GOLD All’anagrafe Daycol Orsini, è un rapper attivo sulla scena italiana dai primi anni 2000. In carriera ha collaborato con numerosi rappresentanti di spicco del genere — Rancore, Ghemon, Fabri Fibra —, all’interno di una discografia caratterizzata da una forte attenzione all’aspetto lirico. Il rap di Claver Gold è intimista e riflessivo, fortemente legato alle emozioni e ai sentimenti, d’ispirazione spesso autobiografica. Ha pubblicato il suo primo album Tarassaco*Piscialetto (Glory Hole Records) nel 2012. Negli anni successivi, sempre con la Glory Hole Records, ha pubblicato Mr. Nessuno (2013), Melograno (2015), Requiem (2017). Nel 2020, assieme a Murubutu, ha pubblicato Infernum (Glory Hole Records).

 

PATRICK CHERIF È dottore di ricerca in Studi Filologici e Letterari e docente di Letteratura italiana e di Metodologie della ricerca presso l’Università di Sfax (Tunisia). Noto per il canale youtube “Letteratura Italiana”, ha pubblicato diversi saggi sulla poesia contemporanea. Si occupa inoltre di versoliberismo primo novecentesco.

 

ROBY IL PETTIROSSO All’anagrafe Ernesto Anderle, è uno scultore, pittore e illustratore, noto sul web per le pagine Facebook Vincent Van Love e Roby il Pettirosso. Per BeccoGiallo ha pubblicato Vincent Van Love (2019), Ridammi la mano. Fabrizio De André (2019), Murubutu. RapConti Illustrati (2020), Raffaello (2020), Casanova (2020), Hedera (2021).

Share Button